Ho scelto il metodo STOTT PILATES® seguendo la mia prima insegnante di Pilates. Quando ero un’allieva, mi innamorai del reformer e della mia maestra di Tel Aviv nonché del metodo, seguendo lezioni private due volte a settimana per anni, godendo dei numerosi benefici, tra cui una migliorata mobilità del collo (che notai mentre guidavo e imboccavo l’autostrada) e una sensibilità del traverso addominale e maggiore forza nelle mie pedalate ciclistiche. Un altro momento emozionante è stato potermi tenere in bicicletta e motorino solamente con il braccio destro, per me fino ad allora invalido. Per mia grande fortuna riuscii a seguire il primo corso di Reformer STOTT PILATES® in Italia a Milano con una grande formatrice.
Il Pilates è una tecnica di benessere mente-corpo, in particolare, il metodo STOTT PILATES®, metodo biomeccanico più moderno, si basa sui 5 principi, rielaborazione del metodo originario di Joseph Pilates:
  • la respirazione
  • il posizionamento del bacino
  • il posizionamento della gabbia toracica
  • la stabilizzazione e la mobilitazione delle scapole
  • il posizionamento della testa e della cervicale
tutto questo attraverso l’attivazione dei muscoli più profondi, facilitando la concentrazione, il rilassamento, la coordinazione, una maggiore consapevolezza ed autostima, l’allungamento e il rafforzamento muscolare, tonicità ed elasticità.
Secondo Joseph Pilates il metodo da lui perfezionato negli anni consiste nella

“realizzazione ed il mantenimento di un corpo sviluppato uniformemente con una armonia mentale in grado di svolgere quotidianamente i molti e vari compiti con naturalezza, facilità e con piacere.”